119 anni fa nasceva Marcel Breuer

119 anni fa nasceva Marcel Breuer (1902-1981) architetto ungherese del Bauhaus che ha svolto un ruolo chiave nel plasmare l'architettura e il design del XX secolo. Nato a Pécs, in Ungheria, Breuer inizia a studiare arte a Vienna nel 1920, ma lascia l'Accademia di Belle Arti per approdare alla nuova scuola Bauhaus a Weimar, dove progetta alcune delle sedie che oggi sono considerate dei classici del XX secolo tra cui ricordiamo African chair, la sedia Wassily in cinghie di cuoio sostenute da un telaio di acciaio tubolare chiamata così in omaggio a Wassily Kandinskij e la sedia Cesca. Breuer pur aderendo al #Bauhaus e pur condividendo la convinzione che l’era della macchina richieda un nuovo approccio al design, sollecita una maggiore enfasi sulla tecnologia dell’architettura e sull’edilizia. Per questo motivo, allo studio di mobili modulari affianca progetti di edilizia prefabbricata. Nel 1928 Breuer lascia il Bauhaus per Berlino, dove apre il suo studio di architettura poi nel 1946 si trasferisce a New York City dove intraprende progetti di dimensioni enormi: tra i suoi lavori più importanti la sede parigina dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (Unesco), progettata insieme a Pier Luigi Nervi nel 1953-58; l'IBM Research Center di La Gaude, Francia, 1960-61; St. John's Abbey a Collegeville, Minnesota, 1953-61, e il Whitney Museum di Madison Avenue a Manhattan, 1963-66. Foto: Internet